Paramotore tubolare HEED per BMW R 1200 GS

Paramotore tubolare HEED per BMW R 1200 GS

Abbiamo montato le crashbar tubolari specifiche per BMW R1200GS 04-12 prodotte da HEED, ecco le nostre foto e considerazioni su paramotore e paraserbatoio.

Da poco ho comprato una BMW R 1200 GS MY 2008 già provvista delle barre paramotore originali, molto solide e dall’aspetto poco invasivo.

Sicuramente sono in grado di proteggere il motore Boxer da una caduta da fermo o poco più, lasciano qualche dubbio nel caso la moto dovesse strisciare sull’asfalto o cadere su terreno poco accidentato.

Paramotore originale BMW R 1200 GS 2004-2012
Il paramotore originale BMW R 1200 GS 2008-2009 protegge il motore da cadute da fermo, in caso di strisciate lascia un po' a desiderare

Paramotore HEED Full Bunker per BMW R 1200 GS 04-12

Dopo varie considerazioni ho deciso di acquistare le crash bar HEED Full Bunker specifiche per le annate da 2004 a 2012: oltre a proteggere completamente il motore offrono protezione per serbatoio, possibilità di aggiungere due borse laterali sull’avantreno e faretti supplementari.

Il prezzo è molto allettante ma a giudicare dalle foto presenti sul sito ufficiale sembrano un po’ invasive.

Le ho comprate a €280 su eBay per essere coperto dall’assicurazione di PayPal; subito dopo ho contattato HEED per chiedere di avere le borse laterali in offerta a €35.

L’azienda è stata molto veloce e ha risposto in italiano, mentre la spedizione è stata a dir poco fulminea: acquistate e spedite mercoledì dalla Polonia con corriere GLS, il sabato mattina erano già a casa mia.

L’imballo è realizzato con cura, il rischio che si possano rovinare nel trasporto sembra davvero remoto.

Si possono comprare anche su Amazon Italia ad un prezzo leggermente superiore.

HEED crash bar full bunker per R 1200 GS MY 2008
HEED crash bar full bunker montate su BMW R 1200 GS MY 2008
HEED crash bar full bunker: vista laterale
Il paramotore lascia spazio per fare il tagliando senza smontare le barre
HEED crash bar full bunker: dettaglio attacchi inferiori
Il montaggio è piuttosto semplice, il paramotore protegge anche la sonda lambda situata sugli scarichi
HEED crash bar full bunker: dettaglio barra di collegamento e fissaggio paraserbatoio
Una staffa molto robusta collega i due lati del paramotore e le barre paraserbatoio
HEED crash bar full bunker: dettaglio paraserbatoio
Il paraserbatoio si appende sotto il becco tramite due U filettate
HEED crash bar full bunker: borsa serbatoio
Borse laterali montate sul paraserbatoio
HEED crash bar full bunker: vista anteriore
Le barre di protezione non allargano molto il profilo della moto e rimangono dentro la larghezza delle borse vario in modalità compatta
HEED crash bar full bunker: vista dal posto di guida
Dal posto di guida le barre hanno un bellissimo aspetto!

Informazioni per il montaggio

Assemblare le crash bar è molto semplice e alla portata di tutti. Per farsene un’idea ecco i PDF con le istruzioni di montaggio: parte bassa e paraserbatoio.

Per completare il lavoro servono diversi attrezzi:

Da valutare l’acquisto di un kit di inserti con chiave a bussola: velocizza le operazioni ed è più economico rispetto alle singole chiavi.

È consigliabile farsi aiutare da un amico: per inserire senza sforzi la vite che collega il traliccio posteriore al motore bisogna alzare leggermente la moto agendo sul portapacchi posteriore.

Questa vite è facilmente riconoscibile perché è l’unica a richiedere una chiave TORX T55. Va rimpiazzata con la vite a brugola da 10 in dotazione al paramotore e chiusa con una chiave dinamometrica (coppia di serraggio: 55 Nm).

È una buona idea mettere una goccia di frenafiletti sulle viti più grosse per evitare che le vibrazioni possano farle svitare durante la marcia.

Considerazioni

Non posso che consigliare l’acquisto delle crash bar HEED Full Bunker, anche se fortunatamente non mi è ancora capitato di dover provare la loro robustezza.

Le foto non rendono giustizia a questo paramotore: sembra molto più ingombrante di quanto sia realmente! Il colore ed il diametro delle barre sono pressoché identici al telaio della moto, dando l’idea di essere parte integrante della moto e non un’aggiunta successiva. Il look del R 1200 GS normale si avvicina di più alla versione Adventure.

Con il paraserbatoio arriva la possibilità di montare le borse laterali HEED. Hanno qualche difetto (si possono staccare facilmente e le cerniere non prevedono la possibilità di aggiungere un lucchetto), ma permettono di stipare alcuni accessori da avere sempre con sé. Nelle mie ho messo:

Prodotti alternativi

Ho considerato diverse alternative prima di effettuare questo acquisto. Ne elenco qualcuna nel caso si rivelasse più adatta alle necessità del lettore:

  • Paracilindri originali BMW: disponibili in plastica (~€100) e alluminio (~€180), sono più economici delle crash bar e spesso sono di serie sulla moto. Non mi convincono perché il motore picchia direttamente a terra, ma possono essere un buon complemento al paramotore originale.
  • Protezione motore e serbatoio Hepco & Becker: sembrano un ottimo prodotto e sono vendute direttamente da BMW. Il prezzo è più alto delle HEED (~€420).
  • Protezione motore e serbatoio Touratech: il marchio è una certezza, sono le uniche in acciaio inox. Prezzo elevato (~€500), scartate anche perché a mio parere necessitano dei paratesta per proteggere completamente il motore.

Update

Abbiamo montato anche il paramotore HEED per Honda Transalp! Leggi l’articolo.

Trasparenza: MotoViaggiatori partecipa ai programmi referral di Amazon e eBay; questo significa che se acquisti un prodotto tramite i link presenti nei nostri articoli noi guadagnamo una piccola percentuale, senza alcuna maggiorazione di prezzo per te.

Ti è piaciuto questo articolo?

Tags

AccessoriProtezioneParamotoreHEEDBMW R1200GSIstruzioni