Paramotore tubolare HEED per Honda XL 700 Transalp

Tempo di lettura: circa 5 minuti

Abbiamo montato le crashbar tubolari specifiche per Honda XL 700 Transalp (08-15) prodotte da HEED, ecco le nostre istruzioni di montaggio e considerazioni sulle barre di protezione e le borse da serbatoio.

Da pochi giorni il team MotoViaggiatori si è allargato, una Honda Transalp del 2012 è quasi pronta a partire per un nuovo viaggio primaverile! Prima di mettere le ruote fuori strada abbiamo deciso di aggiungere la protezione già collaudata sulle 2 BMW R1200GS.

Paramotore HEED Honda XL 700 Transalp (08-15)

L’ultima incarnazione della mitica Honda Transalp ripropone il classico motore Honda a V ben protetto dalla carenatura della moto. Allora perché montare un paramotore tubolare? In effetti le protezioni tubolari HEED (156€) servono soprattutto a proteggere la carenatura in caso di caduta, oltre ad offrire un buon punto di ancoraggio per le ottime borse impermeabili in tessuto (50€ la coppia) sempre offerte dalla polacca HEED.

Le barre vengono prodotte utilizzando macchinari CNC per la piegatura e tagliate con il laser; saldatura TIG e verniciatura a polvere completano un prodotto dall’ottimo rapporto qualità/prezzo.

Riverniciare o sostituire le carene ha un costo ben superiore a quello del kit barre tubolari comprensivo di borse (meno di 180€). Il paramotore allarga leggermente la moto senza essere troppo intrusivo, oltre a proteggere maggiormente i carter del cambio.

La spedizione è davvero veloce, dopo aver effettuato l’acquisto sul negozio eBay HEED ufficiale e pagato in totale sicurezza con PayPal, ho ricevuto il codice di tracking GLS: in soli 3 giorni il pacco è arrivato direttamente dalla fabbrica situata in Polonia.

Informazioni per il montaggio

Purtroppo le istruzioni fornite da HEED sono molto sintetiche e sospetto che siano state tradotte dal polacco con Google Translate. Dopo aver sbagliato almeno 3 volte, siamo qui a spiegare per bene come montarle correttamente ed in poco tempo!

Il montaggio è un’operazione a portata di chiunque, si può tranquillamente effettuare da soli. Non servono attrezzi particolari:

Consigliamo l’acquisto di un set di inserti con chiavi a bussola: velocizza e semplifica le operazioni, oltre ad essere più economico rispetto alle singole chiavi.

Cominciamo smontando le carenature destra, sinistra e inferiore, come illustrato a pagina 79 e 80 del libretto di uso e manutenzione ufficiale.

A questo punto bisogna rimuovere le 2 viti situate sul canotto dello sterzo che reggono faro anteriore e quadro strumenti, sostituendole con le viti in dotazione più lunghe per fissare la staffa di collegamento anteriore. Si tratta di un braccio sagomato che passa sotto il faro della moto e permette l’ancoraggio delle barre tubolari.

Attenzione: la staffa deve essere ancorata sul lato destro della moto.

Ora possiamo rimontare le carene laterali, seguendo a ritroso i passi del manuale Honda.

Per fissare solidamente le barre paramotore alla moto, è necessario rimuovere le due viti che sostengono il supporto carene e clacson. Si svitano utilizzando due chiavi fisse da 12mm, ma prima di rimuoverle completamente bisogna sfilare i 2 connettori faston del clacson (situato sul lato sinistro della moto) prestando attenzione a non farlo cadere.

Finalmente possiamo assemblare le barre laterali: iniziamo collegando la parte sinistra del paramotore al montante centrale del telaio della moto (punto 1 della prima foto) cercando di avvitare le due viti simmetricamente e non stringendole troppo; a questo punto possiamo collegare il paramotore alla staffa anteriore montata precedentemente (punto 2 della prima foto).

Ripetiamo le due operazioni per i tubolari del lato destro, facendo attenzione a non schiacciare il cavo della sonda lambda tra il collare del paramotore ed il montante centrale del telaio.

Inseriamo le 2 viti in dotazione sulla staffa del clacson ed avvitiamo il tutto sui fori dei supporti carene (punto 3 della prima foto), reinseriamo i faston del clacson.

Attenzione: la staffa del clacson deve essere a tra la staffa del paramotore e la testa della vite, altrimenti non sarà possibile rimontarla! Prima di proseguire verificare il funzionamento del clacson.

Serriamo saldamente tutte le viti, rimontiamo la carena inferiore, piazziamo le borse laterali… e siamo pronti per il prossimo viaggio!

Considerazioni e prodotti alternativi

Abbiamo montato le barre paramotore HEED da pochi giorni, ma possiamo già fare qualche considerazione:

  • completano il look adventure della Honda XL 700 Transalp
  • sembrano molto solide, quelle testate su BMW R1200GS hanno salvato i paracilindri ben 3 volte
  • le borse laterali sono di ottima fattura e sono l’ideale per trasportare un kit di pronto soccorso e le camere d’aria di scorta, ma non contate sull’impermeabilità dato che le cerniere sono di tipo tradizionale
  • la verniciatura è ben fatta, ma si fa in fretta ad intaccarla

HEED produce barre paramotore per tutte le serie di Honda Transalp.

In alternative a quelle montate da noi, sono disponibili

  • PM Company: leggermente più economiche ma meno protettive, non permettono di montare borse
  • Givi TN455: prezzo simile, Made in Italy, purtroppo non permettono di montare borse
  • SW Motech: un po’ più care, anche qui niente borse da serbatoio

Il nostro verdetto è ovviamente a favore delle crash bar HEED, comprale su Amazon oppure su su eBay con il kit borse laterali.

Trasparenza: MotoViaggiatori partecipa ai programmi referral di Amazon e eBay; questo significa che se acquisti un prodotto tramite i link presenti nei nostri articoli noi guadagnamo una piccola percentuale, senza alcuna maggiorazione di prezzo per te.

Ultimo aggiornamento:  

Ti è piaciuto questo articolo?

Tags

Avatar Gabriele

Gabriele

In sella alla mia BMW R 1200 GS attraverso il traffico torinese, mi godo i tornanti delle alpi nord-occidentali e vado alla scoperta del mondo accompagnato da mia moglie Stefania.

Tutti i post di Gabriele
©2021 MotoViaggiatori / v3.0.0 / Powered by Top Solution / Privacy policy